scopri cosa
puoi fare
TU

BACK

 

I soci fondatori di ITALIAPRONEPAL portano avanti da tempo il loro impegno sociale, di seguito alcuni degli interventi organizzati al fine di migliorare le condizioni di strutture locali che da anni operano sul territorio nazionale.

 

 

- FARMER HOUSE
Sarangok, Pokhare Nepal

 

La Farmer House è una minuscola fattoria a conduzione familiare dove il capofamiglia è una guida turistica esperto in trekking ed escursioni a cavallo.

Oltre ad essere di per se un folto gruppo familiare: madre, padre, nonni e cinque figli, la Farmer House è diventata un punto di riferimento per Sarangkot per i bambini orfani o bisognosi di aiuto che per i periodi più o meno lunghi qui possono trovare ristoro in una semplice ma accogliente struttura.

La Farmer House non riceve sovvenzioni dall'estero. L'intera struttura si mantiene grazie a l lavoro di Laxman, il capofamiglia.

L'intervento nel 2006 di ITALIAPRONEPAL ha permesso di acquistare due cavalli già addestrati per effettuare escursioni in montagna. Inoltre altri fondi sono stati elargiti per la costruzione di una nuova cucina e di un dormitorio atto a ospitare le bambine della casa.

Nel 2007 e nel 2008 sono stati donati alla famiglia alcuni bufali e altri due cavalli, sono state costruite anche delle stalle assicurandosi che gli animali siano tenuti in condizioni ottimali.

Annualmente si provvede a coprire le spese straordinarie della famiglia. Il 2011 è stato un anno molto duro per la famiglia Gautam e per tutta la Farmer House: una forte alluvione ha provocato una grossa frana che ha danneggiato la casa e le coltivazioni. Inoltre la moglie di Laxman, Canci, è stata operata due volte alla cistifellea e Ranjana è stata operata di appendicite. Italiapronepal ha coperto tutte le spese mediche è ha provveduto a ripristinare le parti danneggiate della casa.

 

 

 

- NEPAL HOUSE

 

WELFARE of Himalaya ChildrenNel 2010 Italiapronepal ha contribuito alla nascita della "Nepal house", una struttura specializzata nel supporto psicologico di bambini/bambine che hanno subito forti traumi o deprivazioni.

Personale nepalese specializzato sotto la supervisione di psicoterapeuti e formatori canadesi, svolge una fondamentale attività per cercare di dare un futuro sereno a questi ragazzi/e che nella vita hanno già subìto troppe ingiustizie.

Parallelamente a questo, assieme a Basanta Subedi, responsabile educativo del "Nepal House", stiamo portando avanti un progetto di alfabetizzazione dedicato ad adulti che non hanno mai avuto la possibilità di frequentare la scuola.

Tale attività è svolta grazie ad insegnanti che si muovono sul territorio recandosi direttamente nei villaggi che hanno bisogno del loro intervento.

Grazie a cicli di lezioni trimestrali, queste persone potranno imparare i rudimenti della scrittura e dell'aritmetica, traendone un grosso vantaggio pratico per la loro vita di tutti i giorni.

 

 

 

- Forum for the WELFARE of Himalaya Children
Sarangkot 4, Bhakunde, Kaski Pokhara Nepal

 

Un orfanotrofio fondato da un benefattore tedesco, totalmente gestito da persone specializzate del posto, attualmente : in questo momento l'orfanotrofio ha la possibilità di ospitare ottanta bambini/e e ragazzi/e orfani di età compresa tra i 4 e i 23 anni. Nuovi lavori di ampliamento permetteranno alla fine del 2007 di accogliere altri diciotto orfani. Adesso quindici persone nepalesi lavorano a tempo pieno a questo progetto, spesso presenti anche volontari stranieri.

Nel 2006 ITALIAPRONEPAL (non ancora esistente nella carta ma già presente nel cuore dei futuri fondatori) ha raccolto i fondi necessari per garantire le spese mediche (voci di costo tra le più pesanti da sostenere) per tutta la comunità per un intero anno). Una parte dei fondi è stata anche utilizzata per contribuire alla costruzione della nuova ala dell'orfanotrofio.

I lavori di ammodernamento e di ampliamento sono durati fino all'inizio del 2012.
In questo periodo ITALIAPRONEPAL continua a sostenere la struttura nella sua attività ordinaria, con donazioni che serviranno a comprare materiale didattico e di cancelleria.

Nel 2011 sono stati inoltre forniti tre computer portatili che serviranno per creare un piccolo computer point a disposizione dei ragazzi.
A maggio 2012 è previsto un altro viaggio per  portare altri computer e fondi.